PRESENTATO A MONZA IL 29° GIRO ROSA

Giro Rosa - Foto F.OSSOLA (2)

La Villa Reale di Monza è stata scenario della presentazione ufficiale della edizione 2018 del Giro d’Italia Internazionale Femminile WWT – Giro Rosa (6-15 luglio), avvenuta questa mattina. Numerose le autorità presenti, dai comitati tappa, alle principali squadre e ai massimi vertici della Federazione Ciclistica Italiana, presieduta e rappresentata da Renato di Rocco insieme al Commissario Tecnico della Rappresentativa Nazionale Italiana femminile Edoardo Salvoldi.

Giuseppe Rivolta, Presidente di 4 Erre ASD e storico Patron della manifestazione, ha salutato i presenti: “Organizzare il Giro Rosa è un onore che aumenta ogni anno. Siamo cresciuti tantissimo nelle recenti stagioni e continuiamo a volere crescere e migliorare le qualità della nostra gara, che è nota a tutti come la più prestigiosa corsa a tappe al mondo nel calendario femminile.”

Successivamente è stato illustrato il percorso generale: dopo la partenza da Verbania con la cronosquadre, si resta in Piemonte per la prima tappa in linea, piuttosto mossa, a Ovada. Il giorno seguente a Corbetta spazio alle ruote veloci per una frazione lunga e pianeggiante. La quarta tappa sarà in Emilia, a casa di Giorgia Bronzini nel centro di Piacenza: la tappa girerà nel territorio nei pressi del capoluogo emiliano, tra colline e Pianura Padana. Più impegnativa sarà il giorno successivo la frazione di Omegna, sul lago d’Orta, dove le colline del Vergante renderanno duro il tracciato. Dalla sesta tappa ecco le montagne: si parte da Sovico, in Brianza e si andrà in Valtellina dopo aver costeggiato la sponda orientale del Lago di Como per salire fino ai 1050 metri di Gerola Alta, primo arrivo in salita, ma è solo l’inizio: infatti la settima tappa (ancora in Provincia di Sondrio) sarà una durissima cronoscalata che porta dai mille metri di Lanzada a quota duemila, presso la diga di Campo Moro, in Valmalenco. Il trasferimento per il gran finale porta la carovana in Veneto: a Breganze, tra Vicenza e l’Altopiano di Asiago, la terzultima frazione ruota intorno a Marostica dove si percorrerà il circuito della Rosina. Altimetria molto incerta, adatta a fughe. Il finale in Friuli è da leggenda: il Monte Zoncolan, dal versante occidentale di Ovaro con pendenze fino al 22% porterà le atlete nella storia dello sport, e la regina della 29° edizione sarà incoronata e portata in trionfo il giorno seguente nella festa conclusiva a Cividale del Friuli.

Le emozioni della Presentazione in Villa Reale non sono finite: le maglie del Giro Rosa sfilano una ad una fino alla più attesa: la Maglia Rosa Colnago è indossata con grande sorpresa per tutti da Claudia Cretti, vincitrice “ad honorem” del Giro 2018 per la quale il pubblico in sala ha dedicato una commovente e sentitissima Standing Ovation. “Mi hai emozionato” – ha dichiarato con gli occhi lucidi Giuseppe Rivolta nel salutare e ringraziare l’atleta del Team Valcar-PBM.

Il CT Dino Salvoldi ha commentato: “Le salite in un grande Giro sono davvero importanti e con il durissimo Mondiale di fine settembre a Innsbruck le scalatrici avranno un ruolo da capitana. Il Giro 2018 è disegnato bene e affronterà salite mitiche, durissime, e le atlete entreranno tutte nella leggenda del nostro sport.”

LE TAPPE DEL 29° GIRO ROSA (6-15 luglio 2018):

1. Verbania – Verbania 15,500 km (Cronometro a squadre)
2. Ovada – Ovada 120,390 km
3. Corbetta – Corbetta 132 km
4. Piacenza – Piacenza 109 km
5. Omegna – Omegna 117,700 km
6. Sovico – Gerola Alta 114,100 km
7. Lanzada – Diga di Campo Moro 15 km (Cronoscalata Individuale)
8. San Giorgio di Perlena (Fara Vicentino) – Breganze 121,600 km
9. Tricesimo – Monte Zoncolan 104,700 km
10. Cividale del Friuli – Cividale del Friuli 120,300 km

Photo (c) Flaviano Ossola

THE 24 TEAMS OF THE 18TH GIRO ROSA HAVE BEEN PRESENTED

Aquileia - Foto F.OSSOLA (3)
Piazza Capitolo in Aquileia has been the place of the official team presentation of the Giro Rosa 2017. Each line-up, starting from Giusfredi – Bianchi until the Boels Dolmans of the last year winner Megan Guarnier came up on the stage. The crowd showed its enthusiasm especially for the three local cyclists Beatrice Bartelloni, Annalisa Cucinotta and the three times Italian National Champion Elena Cecchini, but every athlete received a lot of applauses

Enzo Cainero, President of the Stage Committee, welcomed everyone together with the Majors of Aquileia and Grado in the beautiful Friuli, and the local choirs made their singing performance which anticipated the big presentation of the Giro Rosa teams.

Every time will race with seven riders each and the Giro will begin tomorrow at 4:45 PM with the spectacular Team Time Trial which will assign the Maglia Rosa. The Giusfredi – Bianchi will be the first leaving from Aquileia and the Boels Dolmans closes. its line up includes Megan Guarnier, the World Champion Amalie Dideriksen and the Olmpic Champion of Rio 2016 Anna Van der Breggen. The two leaders of the Women’s World Tour Katarzyna Niewiadoma (GC – WM3 Team) and Cecilie Uttrup Ludwig (Young – Cervelo Bigla Pro Cycling Team).

The final greeting was made by the President of the Italian Cycling Federation Renato Di Roccowith the Giro Director Giuseppe Rivolta, ready for another edition with new emotions to live.

Photo (c) Flaviano Ossola

GIRO ROSA 2016, PERCORSO DURO CON VISTA SU RIO

E’ stato svelata questa mattina all’Auditorium dello Stabilimento Colnago di Cambiago (Milano) la 27° edizione del Giro d’Italia Internazionale Femminile Elite, da quest’anno parte del neonato UCI Women’s World Tour.
A fare gli onori di casa Ernesto Colnago, sponsor della Maglia Rosa e della Maglia Bianca della manifestazione, che ha dato il benvenuto in azienda a un numerosissimo pubblico. Giuseppe Rivolta, Direttore Generale e Presidente di 4 Erre ASD ha ringraziato le atlete in sala descrivendo le proprie emozioni nel costruire questo percorso, descritto poi tappa per tappa dal CT Edoardo Salvoldi.
Tante le atlete in sala, da Elisa Longo Borghini (Maglia Blu 2014-2015) alla Campionessa del Giappone Mayuko Hagiwara (prima a Morbegno nel 2015), passando per le portacolori della Top Girls Fassa Bortolo Asja Paladin, Soraya Paladin e Irene Bitto accompagnate dal DS Lucio Rigato, le azzurre Barbara Guarischi (1° a Lubiana – BTC City nel 2015) ed Elena Cecchini (Campionessa d’Italia in carica) e Rossella Ratto (Bronzo ai Mondiali di Toscana 2013).

L’edizione n° 27 scatta con un prologo serale da Gaiarine, piccolo centro della Marca Trevigiana. Nello stesso territorio si corre la prima tappa in linea, con arrivo a San Fior di Sotto, prima di trasferirsi in Friuli per la “Tappa del Ricordo”: la Tarcento – Montenars, la prima con arrivo in salita, si snoda infatti attraverso le località più colpite dal terremoto che scosse la Carnia quarant’anni fa e che uccise numerosi abitanti del luogo. Le sprinters potranno dire la propria alla 3° tappa, da Montagnana a Lendinara, con passaggio sui Colli Euganei e finale di frazione nel Polesine. La parte centrale del Giro 2016 ha in programma due tappe lombarde: la prima, da Costa Volpino a Lovere, prevede il giro dei laghi di Endine e di Iseo, e poi il tappone con il terribile Passo Mortirolo nel ruolo di Cima Coppi il giorno successivo e prima del lungo trasferimento in Liguria per una decisiva due giorni, prima con la Andora – Alassio (Madonna della Guardia, secondo arrivo in quota) e la cronometro di Varazze. Infine il gran finale a Legnano sulle strade della Coppa Bernocchi, e la festa conclusiva Verbania domenica 10 luglio dove verrà incoronata la vincitrice assoluta.

Secondo il C.T. Salvoldi, questo è un percorso perfetto e completo per prepararsi al meglio alle Olimpiadi di Rio, in programma nei primi giorni di agosto. Anche le atlete presenti hanno ammesso il loro entusiasmo e hanno già in mente i loro programmi. “Si ha voglia di vincere tutte le tappe” – dichiara Elisa Longo Borghini – “Sarà comunque un Giro duro e sarà altrettanto difficile fare classifica”. Sulla stessa linea la Campionessa d’Italia Elena Cecchini, che avrà nel suo Friuli una delle frazioni più interessanti: “Sono le strade in cui mi alleno, le conosco bene e mi piacerebbe vincerla, l’obiettivo è poi conquistarsi un posto per le Olimpiadi. Abbiamo un team competitivo e vedremo quali saranno i nostri ruoli.”
Renato Di Rocco, Presidente della F.C.I. ha dichiarato il successo del Women’s World Tour in Italia con le due prove vinte dalla Campionessa Mondiale Elizabeth Armitstead: “In Italia c’è stato un nutritissimo pubblico a seguire le corse femminili, e la Campionessa del Mondo ha dichiarato che vincere in Italia vestendo la Maglia Iridata è una sensazione che non si sente altrove.”
Importante sarà il ruolo di RAI, che trasmetterà il Giro Rosa su Raitre subito dopo la diretta del Tour de France grazie agli highlights commentati da Piergiorgio Severini.

Di seguito le Maglie Ufficiali del 27° Giro Rosa (tra parentesi gli Sponsors):

Maglia Rosa (Colnago)
Maglia Verde (BIM)
Maglia Bianca (Colnago)
Maglia Ciclamino (Selle SMP)
Maglia Blu (Giessegi)

Le tappe del 27° Giro Rosa:

Prologo: Gaiarine 2 km
1° tappa: Gaiarine – San Fior 104 km
2° tappa: Tarcento – Montenars 111,1 km
3° tappa: Montagnana – Lendinara 120 km
4° tappa: Costa Volpino – Lovere 98,550 km
5° tappa: Grosio – Tirano 77,5 km
6° tappa: Andora – Alassio/Madonna della Guardia 118,6 km
7° tappa: Albisola Superiore – Varazze (Cronometro Individuale) 21,9 km
8° tappa: Rescaldina – Legnano 99,350 km
9° tappa: Verbania – Verbania 104,8 km